Oggi ci vogliamo focalizzare sulla scelta del lavabo, comunemente detto lavandino, arredamento imprescindibile di ogni bagno. Quali sono gli aspetti da considerare e da prediligere nella scelta del lavandino affinché risulti gradevole nell'aspetto, funzionale e comodo?


La sauna è senza dubbio una tra le abitudini più rilassanti e benefiche che possiamo regalarci, e chi ne ha fatto esperienza lo sa bene. Lo stile di vita che abbiamo assunto, frenetico e stressante, l'alimentazione e la sedentarietà tipica del mondo occidentale trovano nella sauna un argine e un rimedio che porta, studi alla mano, all'innalzamento del livello dell'umore, alla liberazione da tossine nocive, all'eliminazione dei grassi.


La domanda che però sorge spontanea a chi è interessato nel regalare a sé e alla sua famiglia una sauna è la seguente: cosa scegliere tra le varie proposte? Quali sono i criteri da adottare? Come districarsi nella scelta di tipologie e materiali?


La ceramica è uno dei più antichi materiali artificiali, il materiale per eccellenza per l’arredo bagno da tempo immemore. L’uso della ceramica per i sanitari sembra risalire alla civiltà Minoica, ma il suo fascino, nonostante l’età, resta inalterato e rimane la scelta più popolare per gli articoli sanitari di qualità.


Negli ultimi 40-50 anni il concetto di stanza da bagno ha subito un’evoluzione importante, quasi uno stravolgimento della sua funzione e della sua importanza nella logistica delle nostre case. Si è passati dal concetto di bagno di servizio degli anni ’70 a quello di stanza della cura del sé.


La parola bagno deriva dal latino “balneum” e indicava l’atto di immergersi in un liquido (non per forza acqua) per scopi disparati: igiene e benessere, ma anche immersioni per rituali e pratiche religiose. Il concetto di igiene personale e di conseguenza, di salute pubblica, così come lo intendiamo oggi, pare avere origini recenti, ma ne siamo sicuri?


La cromoterapia si basa sul principio fondamentale secondo il quale il colore è fonte di vita e di energia positiva e il corpo umano ne assorbe i benefici attraverso i centri energetici, ma anche attraverso gli occhi, la pelle e persino attraverso gli alimenti.

Sono quindi molti gli ambiti della nostra quotidianità nei quali possiamo applicare questo principio e trarne benefici, stimolando il riequilibrio energetico e il processo di autoguarigione dell’organismo.

Pagina 1 di 14