Quando oggi pensiamo al bagno la nostra mente va ad un luogo privato, intimo, situato all’interno delle pareti domestiche, nel quale abbiamo a disposizione tutti gli apparecchi utili per l’igiene personale: water, lavabo, bidet (in Italia e in pochi altri Paesi), piatto doccia, vasca da bagno.

Ci sono poi i bagni pubblici, nei quali la riservatezza e l’intimità sono preservate da porte, muri e tramezzi.

Ma questi luoghi in cui la privacy regna sovrana e l’intimità gode totale protezione, sono un’invenzione piuttosto recente, al massimo risalente a meno di due secoli fa.

Nel corso dei millenni, infatti, il concetto di bagno e il suo utilizzo hanno subito un’evoluzione, in base alle epoche, alle culture e persino alle religioni che si sono succedute nella nostra storia.


Per ottenere un arredamento in stile classico di gran classe, la scelta dei mobili non può che ricadere su quegli stili del passato che, proprio per il loro assoluto valore, non passeranno mai di moda. In particolare il barocco, il rococò e lo stile impero sono caratterizzati da valori stilistici senza tempo, seppur ognuno con i propri tratti distintivi che li rendono unici.

Il giusto abbinamento di questi stili dà vita a un arredamento lussuoso ed elegante, ma si potrebbe accarezzare l’idea platonica dell’ incanto anche con l’utilizzo di uno solo di questi stili immortali. Con questo articolo analizzeremo specificamente alcuni dettagli dello stile rococò.


La stanza da bagno viene spesso considerata semplicemente come un luogo di servizio in considerazione delle sue funzioni, e quindi di una permanenza non eccessivamente prolungata.

Per evitare di correre il rischio di avere l’impressione di entrare in una dimensione parallela, l’arredamento del bagno dovrà essere coerente con quello che caratterizza il resto della casa. La tua abitazione ne gioverà in armonia e compattezza –e quindi in bellezza- e tu trarrai maggior soddisfazione dal tuo arredamento, nonché dalle frequenti visite quotidiane alla tua speciale stanza da bagno.


Paypal
è una piattaforma digitale di pagamento online che si è sempre più diffuso negli ultimi anni, diventando un punto di riferimento per le transazioni di denaro, sia in entrata che in uscita.


I mobili in arte povera contribuiscono a donare all’ambiente domestico quelle caratteristiche in grado di esaltarne il calore e l’accoglienza. Relativamente alla stanza da bagno, questa è appunto una stanza e, come tale, merita tutte le tue attenzioni. Se hai intenzione di donarle un tocco classico e raffinato, oltre ai mobili dovrai scegliere con attenzione anche gli accessori (ad esempio, le mensole), al fine di rendere l’arredamento coerente e di evitare che un elemento in particolare possa risultare un vero e proprio pugno in un occhio. In generale, tutti gli stili dei mobili in arte povera valorizzano l’arte e il lavoro artigianale, nonché quel gusto per l‘antico che non passa mai di moda. La loro presenza esalta il livello di intimità con la propria casa, che diventerà un ambiente accogliente prima di tutto per i proprietari e, di riflesso, anche per gli ospiti.


Abbiamo già avuto modo di parlare diffusamente delle principali caratteristiche e dei benefici dei bagni di calore, comprese le differenze che intercorrono tra sauna e bagno turco (o hammam), tra sauna finlandese e quella a infrarossi (o infrasauna) fino ad illustrare le origini della sauna stessa, che veniva utilizzata addirittura come abitazione vera e propria in tempi remoti. Con questo articolo invece andremo ad approfondire le controindicazioni degli stessi.